CCIAA MANTOVA – BANDO VOUCHER DIGITALI I4.0

ENTE EROGATORE: 

  • CCIAA DI MANTOVA

PROGETTI AMMISSIBILI:

L’impresa richiedente il voucher dovrà presentare un Piano di innovazione digitale dell’impresa, comprensivo della valutazione del suo grado di maturità digitale, che evidenzi il collegamento tra gli interventi realizzati e l’utilizzo di almeno una delle tecnologie previste dal seguente Elenco 1.

Gli interventi agevolabili dovranno obbligatoriamente riguardare uno degli ambiti tecnologici di innovazione digitale previsti nel piano governativo di “Industria 4.0” inseriti nell’Elenco 1 (consulenza e formazione) e nell’Elenco 2 (solo consulenza) inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

Elenco 1:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additiva;
  • realtà aumentata e virtual reality;
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • Cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • Big Data e Analytics, Intelligenza Artificiale.

Gli interventi formativi, complementari alla consulenza, dovranno riguardare le tecnologie sopra elencate e non potranno avere un costo superiore al 30% del totale delle spese sostenute dall’impresa.

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali strettamente connesse all’impiego di almeno una delle tecnologie previste al precedente Elenco 1:

  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  • sistemi EDI, Electronic Data Interchange;
  • georeferenziazione e GIS;
  • sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.);
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • RFID, barcode, sistemi di tracking;
  • system integration applicata all’automazione dei processi

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • Micro, piccole e medie imprese, anche in forma di impresa cooperativa, con sede legale e/o operativa in provincia di Mantova e che non forniscono beni e servizi a favore dell’Ente camerale, anche a titolo gratuito.

SPESE AMMISSIBILI:

Sono agevolabili, ai sensi del presente avviso, le spese sostenute per servizi di consulenza erogata dai fornitori elencati di seguito. I servizi possono prevedere anche un’attività di formazione specialistica riguardante una o più tecnologie abilitanti del paradigma I4.0 (elenco 1):

  • centri di ricerca e trasferimento tecnologico(CTT) – soggetti accreditati tramite Digital Innovation Hub (DIH)come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MISE) su tematiche I4.0, Competence center di cui al Piano Industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;
  • FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter ;
  • centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0
  • relativamente ai soli servizi di formazione, agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori;
  • relativamente ai soli servizi di consulenza, start-up innovative e PMI innovative;
  • relativamente ai soli servizi di consulenza, ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza alle imprese nell’ambito delle tecnologie di cui all’Elenco 1. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Voucher

% DI CONTRIBUZIONE:

  • Voucher a copertura del 50% dei costi ammissibili
  • Importo minimo spesa ammissibile 3.000 euro
  • Importo massimo voucher: 5.000 euro
  • E’ prevista una premialità di € 250,00 se l’impresa al momento della presentazione della domanda e fino all’erogazione del contributo, è in possesso del rating di legalità con punteggio base di una “stelletta”

PIANO DI AMMORTAMENTO:

  • Non previsto

BANDO IN REGIME DE MINIMIS:

  • Si

VINCOLI: 

  • Ad ogni azienda richiedente i contributi camerali a valere su tutti i bandi dell’ente avviati nel 2017 potranno essere erogate risorse per un importo lordo massimo complessivo di Euro 8.000,00.
  • I servizi di consulenza o formazione non potranno in nessun caso ricomprendere le seguenti attività: assistenza per acquisizione certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.); supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge; formazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente;

RETROATTIVITA’:  

  • Si, sono ammissibili le fatture emesse tra lo 01/09/2017 e il 31/12/2017 e quietanzate entro il 28/02/2018.

SCADENZA:

  • Le domande potranno essere presentate dal 01/03/2018 al 15/03/2018. Valutazione a sportello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *