EMILIA ROMAGNA – PROMOZIONE DELL’EXPORT PER IMPRESE NON ESPORTATRICI – 2018

ENTE EROGATORE: 

  • Regione Emilia Romagna

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • PMI con sede legale o unità operativa in Regione Emilia Romagna, attive alla data del 31/12/2016, che abbiano un codice ATECO rientrante tra quelli ammissibili:

SEZIONE C – ATTIVITA’ MANIFATTURIERE (divisioni dalla 10 alla 33) È ammessa tutta la sezione

SEZIONE D – FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA (divisione 35) È ammessa tutta la sezione.

SEZIONE E – FORNITURA DI ACQUA; RETI FOGNARIE, ATTIVITA’ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO (divisioni dalla 36 alla 39) È ammessa tutta la sezione

SEZIONE F – COSTRUZIONI (divisioni dalla 41 alla 43) È ammessa tutta la sezione

SEZIONE J – SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE (divisioni dalla 58 alla 63) È ammessa tutta la sezione

SEZIONE M – ATTIVITA’ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE (divisioni dalla 69 alla 75) È ammessa tutta la sezione

SEZIONE N – NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE (divisioni dalla 77 alla 82) È ammessa tutta la sezione

SEZIONE Q – SANITA’ E ASSISTENZA SOCIALE (divisioni dalla 86 alla 88) È ammessa tutta la sezione (solo se l’attività è esercitata in forma di impresa)

SEZIONE R – ATTIVITA’ ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO (divisioni dalla 90 alla 93) È ammessa tutta la sezione (solo se l’attività è esercitata in forma di impresa)

SPESE AMMISSIBILI:

1.Partecipazione, come espositori, ad almeno 3 fiere esclusivamente all’estero con qualifica internazionale o nazionale. L’impresa può prevedere, in sostituzione della partecipazione a una fiera, l’adesione ad un evento promozionale all’estero, come per esempio: forum, degustazioni, sfilate, esposizioni in show room. Nello specifico possono essere rendicontati:

  • Costo dell’area espositiva, della progettazione dello STAND e del suo allestimento e gestione
  • Costo di hostess, interpreti, traduttori

2. Servizi di consulenza prestati da consulenti esterni: cioè servizi prestati da consulenti finalizzati a:

  • Ottenere certificazioni per l’export
  • Ottenere la registrazione dei propri marchi sui mercati internazionali indicati nel progetto
  • Ricercare potenziali clienti o distributori e assistere l’impresa nella realizzazione di incontri d’affari contestualmente alle partecipazioni fieristiche

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Contributo a fondo perduto

% DI CONTRIBUZIONE:

  • 30%
  • Investimento minimo 20.000 €
  • Contributo massimo: 30.000 €

PIANO DI AMMORTAMENTO:

  • Non previsto.

DE MINIMIS:

  • No

VINCOLI: 

  • Non possono partecipare al BANDO le imprese che abbiano ricevuto il decreto di concessione a valere sul BANDO “Progetti di promozione dell’export per imprese non esportatrici – annualità 2016”
  • Non possono partecipare al BANDO le imprese che abbiano ricevuto il decreto di concessione a valere sul BANDO “Progetti di promozione dell’export per imprese non esportatrici e per la partecipazione a eventi fieristici – annualità 2017 – solo per la TIPOLOGIA A (di imprese non esportatrici o esportatrici non abituali)”
  • Le spese per la partecipazione alle fiere sono ammissibili solo se l’impresa partecipa con un proprio stand come espositore (non sono ammesse le spese per partecipazioni indirette tramite distributori, imprese del gruppo, consorzi)
  • Le imprese devono avere sede o unità operativa in Emilia-Romagna, salvo l’impegno ad aprire l’unità operativa o sede in cui svolgere il progetto sul territorio regionale dopo la concessione del contributo.
  • Il progetto deve terminare entro il 31/12/2019.

RETROATTIVITA’:

  • No, le spese devono essere sostenute in seguito alla data di presentazione della domanda di contributo.

SCADENZA:

  • Presentazione domanda dal 20/06/2018 al 27/07/2018 con procedura valutativa “a sportello”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *