EMILIA ROMAGNA – INVESTIMENTI IN ZONE MONTANE, CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINO AL 70% DELL’INVESTIMENTO

La Regione Emilia Romagna ha pubblicato un interessante incentivo – a fondo perduto – per stimolare gli investimenti delle imprese localizzate nelle aree montane.

Di seguito vi riportiamo le principali caratteristiche dell’agevolazione:

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • Imprese di qualsiasi forma giuridica, non inquadrabili nel settore della pesca, dell’acquacoltura e della produzione primaria dei prodotti agricoli, aventi sede operativa oggetto dell’intervento localizzata in uno dei Comuni Montani riportati nell’allegato A
  • Le imprese di trasformazione di prodotti agricoli, aventi codice ATECO 10, possono richiedere l’agevolazione solo se il numero di ULA (Unità Lavorative Annue), alla data di presentazione della domanda, non è superiore a 15

PROGETTI AMMISSIBILI:

I progetti per essere finanziabili devono prevedere almeno uno dei seguenti interventi:

  • Riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici nei quali il beneficiario svolge, alla data della domanda, la propria attività
  • Acquisto, riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture nelle quali il beneficiario si impegna a svolgere l’attività quale futura sede operativa dell’impresa
  • Investimenti in macchinari, attrezzature, impianti

SPESE AMMISSIBILI:

  1. Investimenti in attivi materiali (terreni, immobili, impianti, macchinari, attrezzature)
  2. Investimenti in attivi immateriali (diritti di brevetto, licenze, know how, altre forme di proprietà intellettuale)
  3. Opere di ristrutturazione edilizia e impiantistica
  4. Costi di progettazione degli interventi edilizi e di impiantistica (nel limite del 10% della somma delle voci di spesa di cui ai precedenti punti da 1 a 3)

% DI CONTRIBUZIONE:

  • 70% delle spese ammissibili
  • Investimento minimo: € 25.000
  • Contributo massimo: € 150.000

Le richieste agevolative dovranno essere presentate entro il 16/09/2021.

Lo staff di RDS rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *