TOSCANA – PROGETTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMMOBILI

ENTE EROGATORE:

  • Regione Toscana

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • PMI, GI e liberi professionisti proprietari o gestori di un’attività economica con sede operativa sul territorio regionale che:
  • Esercitano un’attività economica prevalente rientrante tra i codici ATECO riportati nel bando (industria, artigianato, cooperazione e altri settori, turismo, commercio e cultura)

 INTERVENTI AMMISSIBILI:

Gli interventi attivabili riguarderanno le seguenti tipologie:

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con:
    • impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione
    • impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile;
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna sempreché utilizzanti sensori di luminosità, presenza, movimento, concentrazione di umidità, CO2 o inquinanti;
  • sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare, sistemi di accumulo, serre solari, etc.);
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento

A completamento degli interventi precedenti possono essere attivati anche i seguenti interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili senza eccedere i limiti dell’autoconsumo:

  • impianti solari termici
  • impianti geotermici a bassa e media entalpia
  • pompe di calore
  • impianti di teleriscaldamento/teleraffrescamento energeticamente efficienti
  • impianti solari fotovoltaici

 SPESE AMMISSIBILI:

  1. spese per investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto;
  2. spese per opere edili ed impiantistiche strettamente necessarie e connesse alla realizzazione degli interventi oggetto della domanda
  3. spese tecniche per progettazione, direzione lavori, sicurezza, collaudo nonché certificazione degli impianti, dei macchinari, dei sistemi e delle opere, studi e/o consulenze specialistiche, indagini, diagnosi energetiche (ad esclusione di quelle previste all’ art.8 del D.Ls.102/2014), attestazione di prestazione energetica ante e post intervento. Le suddette spese tecniche sono ammesse in misura non superiore al 10% del totale delle spese ammissibili e comunque di importo non superiore a € 10.000,00

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Fondo perduto

% DI CONTRIBUZIONE:

  • Micro-piccola impresa: 40%
  • Media impresa: 30%
  • Grande impresa: 20%

REGIME DI CONTRIBUZIONE:

  • De minimis

RETROATTIVITA’:

  • La data di avvio dei lavori non deve comunque essere precedente al 26/04/2016.

SCADENZA:

  • La domanda può essere presentata dal 01/06/2017 al 07/09/2017. Bando a procedura valutativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *