INDUSTRIA 4.0 – BOZZA MODIFICHE MANOVRA 2019

La bozza della legge di Bilancio, inviata al Quirinale il 29/10, presenta numerose novità in merito agli incentivi 4.0.

 

IPERAMMORTAMENTO

La misura è stata confermata con una riduzione dell’incentivo al crescere dell’investimento.

E’ stato infatti previsto un calo dell’aliquota all’aumentare del montante di investimenti sostenuti, nello specifico:

INVESTIMENTI 4.0 ALIQUOTA DI AMMORTAMENTO RECUPERO FISCALE
Fino a 2,5 milioni di € 250% 36% dell’investimento
Da 2,5 fino a 10 milioni di € 200% 24% dell’investimento
Da 10 fino a 20 milioni di € 150% 12% dell’investimento
Oltre i 20 milioni di € 100& Nessun recupero fiscale

AMBITO TEMPORALE: Sono ammissibili gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2019, ovvero il 31 dicembre 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia  avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Per gli investimenti sostenuti nel 2018 o per quelli che termineranno entro il 31/12/2019 per i quali sia stato accettato l’ordine e pagati acconti pari almeno al 20% del costo di acquisizione entro il 31/12/2018, rimangono valide le regole stabilite dalla Finanziaria 2018.

 

CREDITO D’IMPOSTA R&S

Il credito d’imposta R&S, ha subito numerose modifiche in merito alle spese ammissibili, alle aliquote di sgravio e al montante massimo di sgravio recuperabile.

CREDITO D’IMPOSTA – MONTANTE MASSIMO: Passa da 20 milioni a 10 milioni di €.

VARIAZIONE ALIQUOTE – SPESE AMMISSIBILI:

SPESA AMMISSIBILE ALIQUOTA 2018 ALIQUOTA 2019 – 2020
a)          PERSONALE DIPENDENTE TITOLARE DI UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO 50% DELL’INCREMENTO 50% DELL’INCREMENTO
a) bis    PERSONALE TITOLARE DI RAPPORTO DI LAVORO DIVERSO DAL LAVORO SUBORDINATO 50% DELL’INCREMENTO 25% DELL’INCREMENTO
b)          STRUMENTI E ATTREZZATURE DI LAVORATORIO 50% DELL’INCREMENTO 25% DELL’INCREMENTO
c)          CONTRATTI STIPULATI CON:

  • Università’
  • Enti di Ricerca
  • Start up innovative
  • PMI innovative
50% DELL’INCREMENTO 50% DELL’INCREMENTO
c) bis     CONTRATTI STIPULATI CON:

  • Aziende diverse da quelle richiamate al precedente punto c)
50% DELL’INCREMENTO 25% DELL’INCREMENTO
d)           COMPETENZE TECNICHE E PRIVATIVE INDUSTRIALI ACQUISITE DA FONTI ESTERNE 50% DELL’INCREMENTO 25% DELL’INCREMENTO
e)            MATERIALI/ FORNITURE A ALTRI PRODOTTI ANALOGHI DIRETTAMENTE IMPIEGATI PER LA REALIZZAZIONE DI PROTOTIPI SPESA NON AMMISSIBILE 25% DELL’INCREMENTO

Dall’esercizio 2019 non saranno più ammissibili contratti stipulati con aziende appartenenti al medesimo gruppo.

NUOVO ONERE DOCUMENTALE: Le imprese beneficiarie sono tenute a redigere e conservare una relazione tecnica che illustri le finalità, i contenuti e i risultati delle attività di ricerca e sviluppo svolte in ciascun periodo d’imposta in relazione ai progetti o ai sotto progetti in corso di realizzazione. Tale relazione, nel caso di attività di ricerca e sviluppo organizzate e svolte internamente all’impresa, deve essere predisposta a cura del responsabile aziendale delle attività di ricerca e sviluppo o del responsabile del singolo progetto o sottoprogetto e deve essere controfirmata dal rappresentante legale dell’impresa.

Le modifiche illustrate entreranno in vigore per gli investimenti sostenuti dal 01/01/2019.

Il nuovo onere documentale dovrà essere soddisfatto anche per gli investimenti sostenuti nell’esercizio 2018.

 

LEGGE SABATINI

Per la Legge Sabatini sono state stanziate nuove risorse e la normativa rimarrà in vigore fino al 2024.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *