EMILIA ROMAGNA – BANDO START UP INNOVATIVE – AREA SISMA 2012

La Regione Emilia-Romagna, con il BANDO START UP INNOVATIVE – AREA SISMA 2012, intende dare sostegno all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, operanti prioritariamente nel campo dei settori dell’alta tecnologia e ad alto contenuto innovativo.

I progetti imprenditoriali dovranno pertanto dimostrare di avere ricaduta innovativa e di diversificazione su almeno uno dei seguenti ambiti produttivi:

 

  • BIOMEDICALE E INDUSTRIE DELLA SALUTE: Si considerano in questo ambito prioritariamente la produzione di strumentazioni per i processi di prevenzione, diagnosi e cura delle malattie, prodotti medicali, sanitari e per le disabilità, prodotti farmaceutici, cosmeceutici e nutraceutici, nonché applicazioni informatiche dedicate alla cura e all’assistenza sanitaria, servizi sanitari, assistenziali e wellness.

 

  • MECCATRONICA E MOTORISTICA: Rientrano in questa filiera la meccanica agricola e industriale in senso ampio, l’elettronica e la meccanica di precisione, la motoristica e l’oleodinamica. Sono incluse le industrie che producono componentistica di tutti i materiali, informatica ed elettronica applicate.

 

  • AGROALIMENTARE: La zona colpita vede la presenza di industrie alimentari importanti, in parte legate a specializzazioni più ampie della regione. In particolare, va ricordato il lattiero caseario, la lavorazione delle carni, l’industria conserviera, altre industrie collegate a questi cicli produttivi, come prodotti chimici e per il packaging. Vanno incluse in questa filiera anche le nuove industrie basate sul riutilizzo di scarti a fini anche diversi da quello strettamente alimentare (energia da biomasse, chimica verde, farmaceutica, ecc.).

 

  • CERAMICA E COSTRUZIONI: Una parte del distretto ceramico è da tempo localizzato in quest’area, che tuttavia presenta altre industrie rivolte a fornire al mercato dell’edilizia, delle costruzioni e dell’arredamento, prodotti e componenti per l’edilizia, tecnologie produttive, applicazioni informatiche ed energetiche.

 

  • ICT E PRODUZIONI MULTIMEDIALI: Filiera emergente che include produzione di sistemi a servizio delle altre industrie – anche tradizionali come la moda – dei servizi e della pubblica amministrazione per i processi di gestione e la comunicazione, e la produzione di beni e servizi più strettamente creativi e culturali attraverso tecnologie avanzate.

 

  • MODA: include le produzioni di abbigliamento e maglieria, tintorie e lavorazioni intermedie, altri prodotti tessili e in pelle, prodotti per l’arredamento, costruzione di macchine e realizzazione di servizi, prevalentemente informatici o di progettazione legati ai prodotti sopra richiamati.

 

I soggetti beneficiari sono Piccole imprese, avente unità locale in cui si realizza il progetto imprenditoriale in Emilia Romagna, nelle AREE COLPITE DAL SISMA 2012, registrate nella sezione speciale dedicata alle START UP INNOVATIVE.

Con il termine start up si identifica un’impresa già costituita che ha già definito, attraverso attività di ricerca e sviluppo già effettuata, il proprio prodotto o servizio, nella quale sono presenti ancora processi di consolidamento organizzativo e strategico.

Dal punto di vista del grado di sviluppo delle imprese e ai fini del presente bando, è possibile la presentazione alternativa di due tipologie di progetti.

  • TIPOLOGIA A: Progetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa e alla messa sul mercato dei prodotti/servizi oggetto di precedente attività di ricerca;
  • TIPOLOGIA B: Progetti per la realizzazione di investimenti per l’espansione di START UP già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l’aumento di dotazioni tecnologiche.

Per la partecipazione alla TIPOLOGIA A l’azienda deve avere una data di costituzione successiva al 01/01/2016, mentre per la partecipazione alla TIPOLOGIA B l’azienda deve avere una data di costituzione successiva al 01/01/2015.

Il contributo è in conto capitale ed è pari al 60% delle spese ammissibili.

Il contributo massimo varia a seconda della tipologia di progetto:

  • TIPOLOGIA A: 100.000 €
  • TIPOLOGIA B: 200.000 €

Le domande di contributo potranno essere presentate a partire dal 15/04/2019 fino a esaurimento risorse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *