EMILIA ROMAGNA – PROMOZIONE EXPORT E INTERNAZIONALIZZAZIONE INTELLIGENTE 2019

L’ Emilia-Romagna investe sulle PMI per aumentare l’export Regionale concedendo un contributo, pari al 50% delle spese ammissibili, per incentivare l’export delle imprese che negli esercizi 2016 e 2017 si sono rivelate non esportatrici o esportatrici occasionali.

SOGGETTI BENEFICIARI:

PMI con sede operativa e legale attive in Emilia-Romagna che non siano presenti sui mercati esteri o che esportino solo in maniera occasionale (massimo 20% fatturato export, rispetto al fatturato totale riferito agli esercizi 2016,2017) che abbiamo un codice ATECO, primario o secondario, rientrante nelle seguenti sezioni:

– attività manifatturiere (sezione C): divisioni dalla 10 alla 33

– servizi di informazione e comunicazione (sezione J): limitatamente alla divisione 62

– attività professionali, scientifiche e tecniche (sezione M): limitatamente alle divisioni 71,72,74

SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammissibili i progetti per lo sviluppo di mercati esteri.

Le spese ammissibili sono:

  • Sviluppo SITO INTERNET in lingua straniera
  • Traduzione dei materiali promozionali in lingua straniera.
  • Registrazione/protezione del marchio d’impresa nei paesi obiettivo
  • Certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione nei paesi esteri obiettivo
  • Temporary export manager
  • Temporary marketing manager
  • Due fiere a carattere internazionale nei paesi esteri target individuati nel progetto
  • Realizzazione di uno più eventi con finalità commerciale nei paesi target.
  • Incontri personalizzati con operati dei paesi esteri target individuati nel progetto

La prima attività obbligatoria e vincolante di tutti i progetti è l’analisi delle capacità e potenzialità dell’impresa per affrontare un percorso di internazionalizzazione, approcciare nuovi mercati o consolidare quelli esistenti, verificando ad esempio l’adeguatezza della struttura dell’impresa, la gamma dei prodotti, il materiale commerciale e la fattibilità di un progetto di internazionalizzazione (Assessment).

Per la realizzazione di questa attività l’impresa proponente deve avvalersi di soggetti rientranti nell’elenco dei consulenti accreditati dal MISE per l’attività di internazionalizzazione e/o dei servizi resi dalle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna e/o dalle loro strutture specializzate.

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Contributo a fondo perduto

% DI CONTRIBUZIONE:

  • 50% delle spese ammissibili
  • Investimento minimo: € 3.000,00
  • Contributo massimo € 20.000,00

SCADENZA:

  • Le domande potranno essere presentate dal 04/02/2019 al 18/03/2019

CONTRIBUTO IN REGIME DE MINIMIS:

  • Si

VINCOLI:

  • I progetti dovranno essere conclusi entro il 31/12/2019
  • E’ obbligatorio sviluppare un’attività di analisi delle capacità e potenzialità dell’impresa per affrontare un percorso di internazionalizzazione, tali attività devono essere sviluppate avvalendosi di un consulente accreditato presso il MISE e/o dei servizi resi dalle CCIAA dell’Emilia Romagna.
  • Dovranno essere individuati massimo due paesi obiettivo.
  • Fatturato minimo del proponente, così come desunto dall’ultimo bilancio disponibile, di 300.000,00 €
  • Tutte le spese dovranno essere fatturate a partire dal 01/01/2019 ed entro il 31/12/2019 e pagate entro la data di presentazione del rendiconto del progetto fissata al 31/01/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *