AGEVOLAZIONE A SUPPORTO DELLE INNOVAZIONI DI PROCESSO, COMPRENSIVE DI INVESTIMENTI 4.0, IMPLEMENTATE DALLE IMPRESE VENETE

La Regione Veneto ha pubblicato un’interessante agevolazione per progetti di innovazione di processo che comprendano l’acquisto di macchinari e software 4.0.

Di seguito le principali caratteristiche dell’agevolazione:

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • PMI e Grandi Imprese con almeno un’unità locale situata in Regione Veneto, in cui saranno realizzate le attività.
  • I soggetti beneficiari dovranno svolgere un’attività, principale o secondaria, appartenente alla classificazione C – attività manifatturiere (dal codice ATECO 10 al codice ATECO 33.20.99), attività a cui dovrà riferirsi il progetto finanziato

PROGETTI AMMISSIBILI:

  1. Sono ammissibili gli interventi di innovazione di processo e/o di innovazione dell’organizzazione.
    • «innovazione di processo»: l’applicazione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o sensibilmente migliorato (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software), esclusi i cambiamenti o i miglioramenti minori, l’aumento delle capacità di produzione o di servizio ottenuto con l’aggiunta di sistemi di fabbricazione o di sistemi logistici che sono molto simili a quelli già in uso, la cessazione dell’utilizzazione di un processo, la mera sostituzione o estensione di beni strumentali, i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l’adattamento ai mercati locali, le consuete modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati;
    • «innovazione dell’organizzazione»: la realizzazione di un nuovo metodo organizzativo nelle pratiche commerciali di un’impresa, nell’organizzazione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne dell’impresa, esclusi i cambiamenti che si basano su metodi organizzativi già utilizzati nell’impresa, i cambiamenti nella strategia di gestione, le fusioni e le acquisizioni, la cessazione dell’utilizzazione di un processo, la mera sostituzione o estensione di beni strumentali, i cambiamenti derivanti unicamente da variazioni del prezzo dei fattori, la produzione personalizzata, l’adattamento ai mercati locali, le periodiche modifiche stagionali e altri cambiamenti ciclici nonché il commercio di prodotti nuovi o sensibilmente migliorati;

SPESE AMMISSIBILI:

  • Servizi di consulenza per l’innovazione (consulenza esterna) di natura tecnica utilizzati esclusivamente ai fini dell’intervento d’innovazione;
  • Costi delle conoscenze, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato e utilizzati esclusivamente ai fini dell’intervento d’innovazione;
  • Costi di esercizio, relativi ai costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’intervento d’innovazione e i costi accessori relativi all’ottenimento del finanziamento agevolato (nel limite del 10% del totale delle spese ammissibili);
  • Investimenti in beni strumentali nuovi, macchinari e software, compresi negli elenchi ministeriali relativi a “Industria 4.0” (quota minima obbligatoria di spesa pari al 50% del totale delle spese ammissibili)

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Le spese di investimento in beni strumentali materiali e immateriali, relativi a “Industria 4.0”, sono sempre sostenute in forma mista, ossia con un contributo a fondo perduto e con un finanziamento agevolato. Le altre spese sono sostenute solo con un contributo a fondo perduto.

% DI CONTRIBUZIONE:

TIPOLOGIA DI BENEFICIARIO
PMI GRANDE IMPRESA
CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO 50% del totale delle spese ammissibili 20% del totale delle spese ammissibili
 

 

FINANZIAMENTO AGEVOLATO

QUOTA FONDO AGEVOLATO 25% per le spese d’investimento in beni strumentali 4.0 40% per le spese d’investimento in beni strumentali 4.0
QUOTA FINANZIATORE 25% per le spese d’investimento in beni strumentali 4.0 40% per le spese d’investimento in beni strumentali 4.0

SPESA MINIMA:

  • PMI: 100.000 €
  • GRANDI IMPRESE: 500.000 €

SPESA MASSIMA:

  • PMI: 500.000 €
  • GRANDI IMPRESE: 1.000.000 €

CUMULO:

  • Le agevolazioni non sono cumulabili con altri incentivi pubblici concessi a titolo di aiuti di stato, o “de minimis”, per gli stessi costi ammissibili.

REGIME DI CONTRIBUZIONE: 

  • Le agevolazioni sono concesse ai sensi del “Quadro temporaneo per le misure di Aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”, Sezione 3.1

SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE:

  • Le domande di agevolazione potranno essere presentate dal 19 luglio 2021 al 26 luglio 2021 con procedura valutativa a graduatoria

Lo staff di RDS rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *