FONDO IMPRESA DONNA – PUBBLICATO IL DECRETO MINISTERIALE

Il Ministero dello sviluppo Economico ha pubblicato l’atteso Decreto che disciplina le modalità di intervento del FONDO IMPRESA DONNA, fondo che mira a rafforzare, tramite agevolazioni a fondo perduto, gli investimenti e i servizi a sostegno dell’imprenditoria femminile.

Le agevolazioni sono riservate alle imprese femminili con sede legale e/o operativa nel territorio italiano che svolgano la loro attività nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi, del commercio e del turismo.

Per impresa femminile si intende:

impresa a prevalente partecipazione femminile, intesa come impresa che, in funzione della tipologia imprenditoriale, presenta le seguenti caratteristiche:

  • Cooperativa e società di persone in cui il numero di donne socie rappresenti almeno il 60% dei componenti la compagine sociale.
  • Società di capitali le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne
  • Impresa individuale la cui titolare è una donna
  • Lavoratrice autonoma

Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni anche le persone fisiche che intendono costituire un’impresa femminile.

Saranno considerate ammissibili le seguenti tipologie di spesa sostenute nel periodo di ammissibilità degli interventi:

  1. Macchinari/impianti/attrezzature
  2. Immobilizzazioni immateriali
  3. Servizi cloud per la gestione aziendale
  4. Personale dipendente (assunto a tempo determinato o indeterminato dopo la data di presentazione della domanda e impiegato funzionalmente nella realizzazione dell’iniziativa agevolata)
  5. Esigenze di capitale circolante (nel limite del 20% delle spese ammissibili)

L’agevolazione si sostanzia in un contributo a fondo perduto abbinato a un finanziamento a tasso 0, le percentuali della quota a fondo perduto varieranno dal 50% al 80%.

I progetti dovranno essere avviati dopo la presentazione della domanda e concludersi entro 24 mesi dalla comunicazione positiva dell’esito istruttorio, i termini per l’invio delle domande saranno resi noti in tempi rapidi.

Lo staff di RDS rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *