EMILIA ROMAGNA – 2017 – BANDO START UP INNOVATIVE

ENTE EROGATORE: 

  • Regione Emilia Romagna

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • Piccole imprese costituite sotto forma di società di capitali registrate nella sezione speciale dedicata alle START UP INNOVATIVE.

Dal punto di vista del grado di sviluppo delle imprese e ai fini del presente bando, è possibile la presentazione alternativa di due tipologie di progetti.

  • TIPOLOGIA A: Progetti per la realizzazione dei primi investimenti necessari all’avvio dell’impresa
  • TIPOLOGIA B: Progetti per la realizzazione di investimenti per l’espansione di START UP già avviate, per quanto riguarda sedi produttive, logistiche e commerciali e l’aumento di dotazioni tecnologiche.

Data di costituzione successiva a:

  • 01/01/2014: PROGETTI TIPOLOGIA A
  • 01/04/2012: PROGETTI TIPOLOGIA B

Il presente bando si propone l’obiettivo di sostenere le spese per l’avvio o il consolidamento di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati di ricerca e, comunque, di nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo.

I progetti imprenditoriali dovranno pertanto dimostrare di avere ricaduta innovativa e di diversificazione su almeno uno dei seguenti ambiti produttivi:

  • SISTEMA AGROALIMENTARE
  • SISTEMA DELL’EDILIZIA E DELLE COSTRUZIONI
  • MECCATRONICA E MOTORISTICA
  • INDUSTRIE DELLA SALUTE E DEL BENESSERE
  • INDUSTRIE CULTURALI E CREATIVE
  • INNOVAZIONE NEI SERVIZI

Dal punto di vista delle caratteristiche produttive le aziende si potranno distinguere in una delle seguenti categorie:

  1. Imprese basate sullo sviluppo produttivo dei risultati di ricerca o di soluzioni tecnologiche derivanti da una o più tecnologie abilitanti, anche congiuntamente ad altre tecnologie.
  2. Imprese basate sullo sviluppo o sull’utilizzo avanzato delle tecnologie digitali per applicazioni imprenditoriali, prioritariamente nelle industrie culturali e creative, nell’innovazione sociale, nel wellness e nei servizi ad alta intensità di conoscenza.

SPESE AMMISSIBILI:

TIPOLOGIA A

  • Macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • Spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (max 20% del costo totale del progetto);
  • Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • Spese di costituzione (max 2.000 euro);
  • Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (max 25.000);
  • Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

TIPOLOGIA B

  • Acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna alla Regione potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (max 50% costo totale del progetto)
  • Spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (max 20% del costo totale del progetto);
  • Acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • Spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (max 10% del costo totale del progetto);
  • Consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Contributo in conto capitale

% DI CONTRIBUZIONE:

  • 60% delle spese ammissibili

E’ prevista una maggiorazione del 10% del contributo per i progetti che prevedano alla loro conclusione  un incremento di dipendenti assunti a tempo indeterminato rispetto a quelle in organico al momento della presentazione della domanda pari a:

  • TIPOLOGIA A: 2 unità
  • TIPOLOGIA B: 3 unità

INVESTIMENTO MINIMO:

SVILUPPO PRODUTTIVO DI RISULTATI DI RICERCA O SVILUPPI TECNOLOGICI APPLICAZIONI DIGITALI AVANZATE NELLE INDUSTRIE CULTURALI E CREATIVE, NELL’INNOVAZIONE SOCIALE, NEI SERVIZI AD ALTA INTENSITA’ DI CONOSCENZA
TIPOLOGIA AAVVIO

80.000 €

50.000 €

TIPOLOGIA B: CONSOLIDAMENTO

150.000 €

80.000 €

CONTRIBUTO MASSIMO CONCEDIBILE:

  • 100.000 euro per la TIPOLOGIA A
  • 250.000 euro per la TIPOLOGIA B

SCADENZA:

  • Le domande potranno essere presentate dal 10/05/2017 al 30/11/2017 con procedura valutativa “a sportello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *