LOMBARDIA – BANDO AL VIA

ENTE EROGATORE: 

  • Regione Lombardia

SOGGETTI BENEFICIARI:

PMI operative da almeno 24 mesi, aventi sede operativa in Lombardia (o che si impegnino ad aprirla entro la concessione del contributo) e appartenenti alle seguenti categorie ATECO (codice primario):

  • C – Attività manifatturiere;
  • F – Costruzioni;
  • H – Trasporto e magazzinaggio;
  • J – Servizi di informazione e comunicazione;
  • M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese,

PROGETTI AMMISSIBILI:

Sono previste due differenti line di progetto:

  • LINEA DI SVILUPPO AZIENDALE (ripristinare le condizioni ottimali di produzione, massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi quali l’energia e l’acqua, ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo anche la chiusura del ciclo dei materiali, garantire la salubrità dei luoghi di lavoro, la sicurezza dei processi produttivi e pianificare azioni di crescita sui mercati nazionali ed internazionali)
  • LINEA DI RILANCIO AREE PRODUTTIVE

In entrambi i casi i progetti dovranno essere realizzati in relazione ad una delle seguenti aree di specializzazione:

  • aerospazio;
  • agroalimentare;
  • eco-industria;
  • industrie creative e culturali;
  • industria della salute;
  • manifatturiero avanzato;
  • mobilità sostenibile,

SPESE AMMISSIBILI:

a) acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;

b) acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware);

c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;

d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica e correlate e funzionali alle spese a) e b). Tale spesa è valida nel limite del 20% della spesa totale per i progetti di sviluppo aziendale e del 50% per i progetti di rilancio aree produttive;

Per i progetti di rilancio aree produttive è inoltre ammissibile la seguente voce di spesa:

e) acquisto di proprietà/diritto di superficie in relazione ad immobili destinati all’esercizio dell’impresa (è consentito anche l’acquisto di edifici già costruiti). Tale spesa è valida se correlata e funzionale alle spese a), b) e c) e nel limite del 50% della spesa totale.

REGIME DI CONTRIBUZIONE: 

  • De minimis;
  • Regolamento di esenzione.

È possibile scegliere liberamente il regime di contribuzione

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Contributo a fondo perduto e aiuto (espresso in ESL) relativo alla garanzia che assiste il finanziamento concesso. Il finanziamento è erogato al 50% da Finlombarda e al 50% dall’intermediario convenzionato

% DI CONTRIBUZIONE:

LINEA DI SVILUPPO AZIENDALE

al via 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

al via 2

Per progetti incentivati si intendono:

  • Progetti di Manifattura 4.0 che rispettino i requisiti di cui alla legge regionale n. 26/2015;
  • Progetti ad elevata capacità aggregativa dimostrata mediante l’appartenenza a un contratto di rete;
  • Progetti che comprendano l’implementazione di sistemi di certificazione ambientale delle organizzazioni, dei processi produttivi e/o dei prodotti 7;
  • Progetti di investimento realizzati da Soggetti Richiedenti sviluppati sull’area espositiva “Expo”.

LINEA DI RILANCIO AREE PRODUTTIVE

al via 3

  • SPESA MINIMA: 53.000 €
  • SPESA MASSIMA:
    • De minimis:
      • 2.000.000 €
    • Esenzione:
      • 3.000.000 € per i progetti di sviluppo aziendale
      • 6.000.000 € per i progetti di rilancio aree produttive

PIANO DI AMMORTAMENTO

  • Preammortamento: massimo 18 mesi
  • Ammortamento: da 3 a 6 anni

SCADENZA:

Presentazione delle domande dal 5/07/2017 al 31/12/2019. Bando a sportello con valutazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *