NAZIONALE – VOUCHER PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE 2017

ENTE EROGATORE: 

  • Ministero dello Sviluppo Economico

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • PMI, anche riunite attraverso un contratto di rete, che abbiano realizzato un fatturato non inferiore a 500.000 € nell’ultimo esercizio contabile chiuso (vincolo non applicabile alle start-up innovative).

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  •  Contributo a fondo perduto

% DI CONTRIBUZIONE:

  • Voucher “early stage”:
    • Voucher da 10.000 €
    • Investimento minimo: 13.000 €

Per i soggetti già assegnatari del beneficio 2015, l’importo del voucher è pari a 8.000 euro

  • Voucher “advanced stage”:
    • Voucher da 15.000 €
    • Investimento minimo: 25.000 €

È possibile incrementare di ulteriori 15.000 euro il contributo “advanced stage” qualora il progetto di internazionalizzazione produca ricadute positive sui volumi di vendita all’estero. In particolare:

  • l’incremento del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri registrato nel corso del 2018, ovvero nel corso del medesimo anno e fino al 31 marzo 2019, rispetto al volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri conseguito nel 2017, deve essere almeno pari al 15%;
  • l’incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni verso Paesi esteri sul totale del volume d’affari, nel medesimo periodo del punto precedente, deve essere almeno pari al 6%.

SPESE AMMISSIBILI:

  • Costo dei servizi erogati dalle società di temporary export manager che devono ricadere in uno o più dei seguenti ambiti:

A) Analisi e ricerche di mercato

B) Affiancamento consulenziale nell’individuazione di potenziali partner industrialie/o commerciali e nella identificazione/acquisizione di nuovi clienti

C) Assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale

D) Sviluppo competenze per il personale dipendente

  • Nel caso di Voucher “advanced stage”, l’oggetto del contratto deve far riferimento ad almeno uno degli ambiti B e C

DE MINIMIS:

  • Si

VINCOLI: 

  • Il beneficiario non deve aver ottenuto contributi sulle spese coperte dal voucher.
  • Il temporary export manager deve appartenere ad una società fornitrice di servizi inserita in un apposito elenco costituito presso il ministero.
  • Il contratto con la società di TEM deve essere stipulato in seguito alla pubblicazione dell’elenco delle società fornitrici da parte del ministero
  • I servizi devono essere erogati dal professionista per almeno sei mesi nel caso di Voucher “early stage” e per almeno 12 mesi nel caso di Voucher “advanced stage”
  • Il termine delle prestazioni non può superare la data del 31/03/2019
  • Non deve sussistere conflitto di interesse tra il beneficiario del voucher e la società di TEM.
  • Le transazioni devono avvenire esclusivamente mediante bonifico bancario

RETROATTIVITA’:  

  • Sono ammissibili le spese sostenute in seguito alla data di sottoscrizione del contratto di servizio

SCADENZA:

  • Le domande possono essere presentate con procedura a “sportello” dal 28/11/2017. Dal 21/11/2017 sarà comunque possibile procedere con la compilazione della domanda online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *