“Made Green in Italy” (D.M. n.56/2018)

ENTE EROGATORE: 

  • Ministero dell’ambiente e della tutela del Territorio del Mare

SOGGETTI BENEFICIARI:

  • Soggetti proponenti le Regole di Categoria di Prodotto (RCP) – Soggetti pubblici o privati costituiti da almeno tre aziende, di cui almeno una PMI, i soggetti proponenti le RCP non possono essere costituite da un unico soggetto ovvero da una sola azienda fatte salve le associazioni di categoria o i consorzi a condizioni che questi rappresentino più del 50%  della produzione nazionale di quella di categoria di prodotti in termini di fatturato e rappresentino almeno una PMI.
  • Alla data di pubblicazione del seguente bando il soggetto capofila deve possedere i seguenti requisiti:
  1. Per le piccole e medie imprese, essere in possesso dei requisiti di cui al Decreto del Ministro delle attività produttive del 18 aprile 2005;
  2. Essere in possesso di tutti i requisiti di chi alle dichiarazioni rese ai sensi e per gli effetti de DPR 445/2000, e riportate all’interno degli allegati del presente Bando;
  3. Nel caso di impresa, essere costituita da almeno 2 anni e iscritta nel Registro delle Imprese
  4. Avere sede legale e/o operativa in Italia

SPESE AMMISSIBILI:

  • Sono ammesse le seguenti tipologie di spese:
  1. i costi relativi al personale direttamente impiegato dal soggetto capofila beneficiario, che non superino il 20% del totale delle spese
  2. i costi relativi alle attività di consulenza
  3. i costi per l’acquisto di strumentazione e servizi strettamente funzionali all’attività, inclusa l’acquisizione di licenze per strumenti informatici e banche dati
  4. le spese relative agli aspetti logistici
  5. le spese generali derivanti direttamente dalle proposte presentate, che non superino il 10% del totale delle spese

% DI CONTRIBUZIONE:

  • 100% delle spese ammissibili nel limite massimo di € 40.000

SCADENZA:

  • Il soggetto capofila, in rappresentanza dei “soggetti proponenti la RCP” può presentare domanda per il finanziamento solo ed esclusivamente via PEC a partire dal 01 novembre 2019 fino al 30 giugno 2020.

VINCOLI: 

  • Ciascun soggetto capofila può presentare una sola istanza di finanziamento
  • Non possono essere ammessi al finanziamento i soggetti capofila che:
  1. Siano stati destinatari, nei due anni precedenti, di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce;
  2. Non abbiano restituito agevolazioni ricevute per le quali sia stata disposta la restituzione.
  • I progetti presentati potranno avere una durata massima di 8 mesi a decorrere dalla data di avvio. La data di avvio delle attività coincide con la data di accettazione del finanziamento da parte del soggetto capofila, che dovrà avvenire solo ed esclusivamente a mezzo PEC, entro 5 giorni dalla notifica di accettazione del finanziamento da parte del Ministero.

RETROATTIVITA’:  

  • Non prevista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *