BANDO INNOVAZIONE DELLE FILIERE DI ECONOMIA CIRCOLARE IN LOMBARDIA

La Regione Lombardia ha stanziato importanti risorse a supporto di progetti rientranti nell’alveo dell’economia circolare sviluppati da PMI Lombarde.

SOGGETTI BENEFICIARI:

PMI con sede operativa in Regione Lombardia in forma singola o in aggregazione formata da almeno 3 imprese rappresentanti la/le filiera/e.

INTERVENTI AMMISSIBILI:

  1. Progetti che promuovono il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione di rifiuti
  2. Progetti che tengono conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia Life Cycle Thinnking – Eco-design
  3. Progetti che rifacendosi ai punti 1 e 2 riguardino la prototipazione o lo sviluppo di nuovi materiali, dispositivi e/o componenti in ambito medicale o per la sicurezza sul lavoro.

SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  1. Consulenza (collaborazione con enti di Ricerca, servizi specialistici per lo sviluppo di prototipi, check up tecnologici, analisi del ciclo di vita del prodotto/servizio – e.g. LCA, studi per la sostituzione dei materiali attualmente utilizzati nei prodotti con materiali circolari, definizione di strategie commerciali, marketing e comunicazione ecc.)
  2. Investimenti in attrezzature tecnologiche (acquisto e/leasing) e programmi informatici necessari per la realizzazione del progetto
  3. Assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni ambientali di processo e di prodotto (es. ISO 14001, EMAS, ECOLABEL, EPD ecc.)
  4. Assistenza e costi di acquisizione delle certificazioni tecniche.
  5. Servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto.
  6. Tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto
  7. Materiali e forniture strumentali alla realizzazione del progetto (inclusi prototipi).
  8. Spese per la tutela della proprietà industriale.
  9. Spese del personale dell’azienda solo se espressamente dedicato al progetto (fino a un massimo del 10% della somma delle voci di spesa da a) a h). Qualora venga impiegato ulteriore personale di nuova assunzione, esclusivamente dedicato al progetto, potrà essere riconosciuta un’ulteriore quota nel limite del 10% della somma delle voci di spesa da a) a h).

Nell’ambito del progetto, la somma delle spese b), d), f), g) e h) non può essere inferiore al 40% del totale delle spese ammissibili.

REGIME DI CONTRIBUZIONE: 

  • Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno del’economia nell’attuale emergenza Covid-19

TIPO DI CONTRIBUZIONE:

  • Contributo a fondo perduto

% DI CONTRIBUZIONE:

40% dei costi ammissibili

Investimento minimo € 40.000,00

Importo contributo massimo € 120.000,00

SCADENZA:

  • Presentazione delle domande dal 03/05/2021 al 15/07/2021. Procedura valutativa a graduatoria

RETROATTIVITA’: 

Sono ammissibili le spese sostenute dal 07/04/2021 ed entro il 15/10/2022

VINCOLI:

  • Per l’accesso all’incentivo la PMI beneficiaria non deve avere forniture in essere con una delle Camere di Commercio lombarde ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 Luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135.
  • I fornitori di beni e servizi di assistenza e consulenza non possono essere anche i soggetti beneficiari
  • Non venga rendicontato un ammontare di spese almeno pari all’investimento minimo previsto e almeno pari al 70% delle spese ammesse a contributo per l’intero progetto.
  • Non avere forniture in essere con una delle Camere di Commercio lombarde

Contattateci per maggiori approfondimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *