INCENTIVI PER INVESTIMENTI DIGITALI E SOSTENIBILI, DAL 18 MAGGIO LE DOMANDE AGEVOLATIVE!

Il Ministero dello sviluppo Economico ha istituito un nuovo regime di aiuti a sostegno degli investimenti delle PMI italiane legati a tecnologie 4.0 e orientati al raggiungimento dei paradigmi dell’economia circolare.

Sono ammissibili i programmi che prevedono:

  • Investimenti in tecnologie 4.0 (l’ammontare di tale voce di spesa dovrà essere preponderante rispetto al totale dei costi ammissibili);
  • Investimenti per la transizione dell’impresa verso i paradigmi dell’economia circolare;
  • Miglioramento della sostenibilità energetica dell’impresa.

I costi rendicontabili dovranno rientrare nelle seguenti voci di spesa:

  • Macchinari, impianti, attrezzature
  • Opere murarie, nel limite del 40% delle spese ammissibili
  • Programmi informatici correlati all’utilizzo dei macchinari/impianti
  • Acquisizione certificazioni ambientali

La percentuale agevolativa varia dal 25% al 60% a fondo perduto, in funzione della localizzazione dell’impresa:

PROGRAMMI DI INVESTIMENTO REALIZZATI NELLE SEGUENTI REGIONI: Calabria, Campania, Puglia, Sicilia,

  • 60% a fondo perduto per programmi proposti da imprese di micro e piccola dimensione
  • 50% a fondo perduto per programmi proposti da imprese di media dimensione
  • Investimento minimo ammissibile: 500.000 €
  • Investimento massimo ammissibile: 3.000.000 €

PROGRAMMI DI INVESTIMENTO REALIZZATI NELLE SEGUENTI REGIONI: Molise, Basilicata, Sardegna

  • 50% a fondo perduto per programmi proposti da imprese di micro e piccola dimensione
  • 40% a fondo perduto per programmi proposti da imprese di media dimensione
  • Investimento minimo ammissibile: 500.000 €
  • Investimento massimo ammissibile: 3.000.000 €

PROGRAMMI DI INVESTIMENTO REALIZZATI NELLE SEGUENTI REGIONI: Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Trentino Alto-Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto

  • 35% a fondo perduto per programmi proposti da imprese di micro e piccola dimensione
  • 25% a fondo perduto per programmi proposti da imprese di media dimensione
  • Investimento minimo ammissibile: 1.000.000 €
  • Investimento massimo ammissibile: 3.000.000 €

 

Gli investimenti dovranno essere avviati dopo la presentazione della domanda agevolativa e dovranno concludersi entro 12 mesi dalla ricezione del decreto di concessione.

Lo sportello per la presentazione delle domande aprirà il 18 maggio 2022 con procedura di selezione a click day, risulterà quindi fondamentale inviare la richiesta di incentivo nei primi istanti utili.

 

Lo staff di RDS rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *