NUOVA SABATINI – AGEVOLAZIONI RAFFORZATE PER GLI INVESTIMENTI GREEN E PER QUELLI UBICATI NELLE REGIONI DEL MEZZOGIORNO

Il Ministero dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministero delle Finanze, ha rinnovato l’agevolazione Beni strumentali (“Nuova Sabatini”) introducendo aliquote rafforzate per alcune tipologie di investimento e revisionando l’iter procedurale.

La misura Beni strumentali (“Nuova Sabatini”) è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle PMI e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese, misura che sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Gli interventi agevolativi, a seguito delle modifiche introdotte dal Decreto Ministeriale, sono articolati nelle seguenti linee di intervento:

  1. Investimenti in beni strumentali ordinari: macchinari, impianti, beni strumentali di impresa classificabili nell’attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 dell’articolo 2424 del codice civile
  2. Investimenti 4.0: investimenti materiali o immateriali rientranti negli allegati A e B della Legge 232/2016.
  3. Investimenti Green: investimenti in possesso di una certificazione ambientale di processo rilasciata da un organismo indipendente accreditato o di un’idonea certificazione di prodotto riconosciuta a livello europeo.
  4. Investimenti nelle Regioni del Mezzogiorno: investimenti ordinari, 4.0 e green effettuati da imprese di micro e piccola dimensione in un’unità locale ubicata nelle Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia)

 L’agevolazione Sabatini è condizionata alla stipula di un contratto di finanziamento con una banca o una società di leasing finanziario e si declina nella forma di contributo in conto impianti, pari all’ammontare complessivo di interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni a tasso d’interesse annuo pari:

  1. al 2,75% per gli investimenti in beni strumentali ordinari
  2. al 3,57% per gli investimenti 4.0
  3. al 3,57% per gli investimenti green
  4. al 5,5% per gli investimenti nelle Regioni del Mezzogiorno

Per esemplificare il calcolo agevolativo si indicano i recuperi ipotizzabili su ogni 100.000 euro di costo imponibile, in base alle varie tipologie di investimento:

TIPOLOGIA DI INVESTIMENTO CONTRIBUTO IN CONTO IMPIANTI RECUPERO % SUL COSTO IMPONIBILE
INVESTIMENTI ORDINARI 7.560 € 7,56%
INVESTIMENTI 4.0 9.890 € 9,89%
INVESTIMENTI GREEN 9.890 € 9,89%
INVESTIMENTI REGIONI MEZZOGIORNO 15.120 € 15,12%

La nuova misura Sabatini diventerà operativa a seguito di un Decreto direttoriale di prossima emanazione.

Lo staff di RDS rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *