AGEVOLAZIONE A SUPPORTO DI PROGETTI DI R&S NELL’AMBITO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE, BLOCKCHAIN E INTERNET OF THINGS

Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato un’interessante agevolazione per potenziare le capacità di innovazione nell’ambito della transizione digitale.

Il bando è riservato alle imprese di produzione di beni e servizi, alle aziende agroindustriali e ai Centri di ricerca che prevedano – nell’ambito dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things – la realizzazione delle seguenti attività:

  • Ricerca industriale
  • Sviluppo sperimentale
  • Innovazione dell’organizzazione
  • Innovazione di processo

Sono considerate ammissibili le voci di spesa, riferite al progetto, rientranti nelle seguenti categorie:

  1. Spese del personale coinvolto nel progetto (ricercatori, tecnici, personale ausiliario)
  2. Strumentazione e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto
  3. Costi per servizi di consulenza utilizzati esclusivamente ai fini del progetto (questa voce di spesa è rendicontabile sono nelle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale)
  4. Spese generali

L’ammontare dell’investimento varia da un minimo di 500.000 euro a un massimo di 2.000.000 di euro.

Il calcolo dell’agevolazione si differenzia in base alla dimensione aziendale e alla tipologia di attività sviluppata:

attività di ricerca industriale

70% delle spese per le imprese di piccola dimensione

60% delle spese per le imprese di media dimensione

50% delle spese per le imprese di grande dimensione e gli Organismi di ricerca

attività di sviluppo sperimentale

45% delle spese per le imprese di piccola dimensione

35% delle spese per le imprese di media dimensione

25% delle spese per le imprese di grande dimensione e gli Organismi di ricerca

innovazione di processo & innovazione dell’organizzazione

50% delle spese per le PMI

15% delle spese per le imprese di grande dimensione e gli Organismi di ricerca

I progetti dovranno essere avviati dopo la presentazione della domanda e dovranno concludersi entro 30 mesi.

Le richieste agevolative potranno essere inoltrate all’Ente dal 21 settembre 2022 con procedura valutativa “a sportello”, per ottimizzare la probabilità di accesso ai fondi risulterà quindi fondamentale inviare la domanda nei primi istanti utili.

Lo STAFF di RDS rimane a disposizione per gli approfondimenti necessari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *